Servizi di Consulenza alle persone e alle Imprese

BILANCIO DELLE COMPETENZE AZIENDALI

Un bilancio di competenze è un percorso personale costituito da una serie di attività che hanno come obiettivo la riflessione su se stessi e sulle proprie competenze. Le attività possono essere varie:

  • i colloqui con l’orientatore,
  • la somministrazione di test auto-valutativi,
  • la compilazione di schede di orientamento.

Esse promuovono una riflessione sulla propria persona e sulle proprie capacità che consente, alla fine del percorso, di pensare un progetto personale futuro.

Il bilancio di competenze per l’occupato in azienda in Italia viene utilizzato per vari obiettivi.

In generale serve per definire le competenze del/i lavoratore/i in azienda; quindi, una volta che le competenze del personale sono raccolte e chiare, l’azienda può valorizzare le competenze dei lavoratori presenti nell’organico interno affidando loro i ruoli e le mansioni più adeguate alle loro capacità, personalità o interessi. Oppure nel caso un lavoratore presenti delle carenze in determinate capacità, l’azienda può prevedere percorsi formativi rivolti al personale affinché questi ultimi giungano ad una maggior padronanza di ruolo.

Altri obiettivi possono essere:

  • valutare le competenze di un occupato in vista di una ricollocazione al di fuori dell’azienda che si trova in uno stato di crisi (outplacement);
  • valutare le competenze di una persona in vista di una nuova assunzione in fase di selezione di personale (in questo caso il termine corretto è assessment centre);
  • valutazione costante delle competenze dei dipendenti per individuare piani di sviluppo del personale affinché le persone siano in grado di rispondere nel tempo alle continue nuove esigenze del mercato di riferimento dell’azienda (development centre).

Un’altra esigenza a cui si può rispondere con un bilancio di competenze aziendale è il supporto alle fasi di transizioni dell’azienda e, indirettamente, della persona che lavora per quell’azienda: ad esempio nei casi di fusione tra aziende, ristrutturazione aziendale, passaggi di ruolo, avanzamenti di carriera.

In questo caso l’obiettivo è:

per l’azienda: valutare le competenze dei lavoratori (es. il management) per valorizzare le risorse esistenti, per facilitare un appropriato posizionamento delle persone all’interno della nuova struttura organizzativa aziendale, per individuare impieghi diversificati (vs nuovi ruoli o livelli di responsabilità più alti), per prevedere piani formativi e di sviluppo del personale;

per la persona: dare informazioni sui cambiamenti aziendali; conoscere e valorizzare le proprie risorse; rafforzare autostima e valorizzare il passato; verificare motivazione, incertezze, timori e gestire meglio le fasi di transizione; riflettere sulle proprie competenze, aspettative, motivazioni per verificare l’adeguatezza dell’assunzione di un nuovo ruolo professionale; comprende i propri punti di forza e le aree di miglioramento da realizzare con opportuni piani di sviluppo personale.

Pensa, Organizza, Crea